I coniugi Blake hanno dato vita a due gemelli, concependoli nello stesso momento, ma partorendoli a 5 anni di distanza

Avere due gemelli può essere pratico, a meno che il parto dei due bambini non avvenga a distanza di anni. Questo è ciò che è capitato a Reuben Blake e sua sorella Floren, nati a 5 distanza l’uno dall’altro, anche se concepiti dallo stesso gruppo di embrioni fecondati durante la procedura assistita seguita dai loro genitori.

 

gemelli.jpg


Ma se Reuben, impiantato con successo, è nato nel 2006, Floren è stata congelata fino all’anno scorso. Ora gli orgogliosi geniroti, Jody e Simon, raccontano deliziati la storia della nascita dei due gemelli.

“Le persone sono sempre curiose di un bimbo appena nato e, anche quando Reuben è intorno a noi, difficilmente resisto alla tentazione di dire ‘Oh e comunque sono gemelli‘”.
“Spesso lo faccio solo per vedere la reazione dell’ascoltatore. Sono o molto sorpresi o molto divertiti”.

Per la signora Blake, volontaria, l’esperienza è surreale. “Penso che la gente sia davvero sorpresa e spesso ci vogliono alcuni minuti per far realizzare loro l’intera storia”.

“Certo, noi abbiamo avuto nove mesi per abituarci all’idea di star per dare la vita al gemello di Reuben, ma è stato tutto incredibilmente speciale”. I coniugi Blake, 38 e 45 anni, hanno iniziato il trattamento per la fertilità nel 2005. Durante il procedimento sono stati creati 5 embrioni e ne sono stati impianti due. Da quest’ultimo processo il 9 dicembre 2006 è nato Reuben.

I restanti tre embrioni sono stati congelati fino a che la coppia di Cheltenham, Gloucestershire, ha deciso di provare ad avere un altro figlio nel marzo dello scorso anno. Solo uno degli embrioni era sopravvissuto allo scongelamento e 39 settimane dopo Floren ha visto la luce attraverso un parto cesareo.

Reuben è affascinato dalla sorellina: “Lui sa che lei è stata in freezer”, racconta Mrs Blake. “E gli piace raccontare che ha vissuto nel freezer insieme alle patatine e al pollo. Ovviamente ha un’idea molto vaga del fatto che Floren sia la sua gemella, ma ancora non ha ben capito come ciò sia possibile”.

Si somigliano molto: Reuben sembra una versione più grande di Floren appena nata. Quindi penso che fisicamente saranno molto simili”. Quando si chiede ai Blake la ragione di un passo del genere, il marito sottolinea: “Volevamo completare la nostra famiglia”.

“Ogni tanto ci stupiamo del fatto che una vita possa esser spuntata fuori da qualcosa che è stato congelato per tanto tempo”.

I dottori che hanno avuto in cura i Blakes al Bristol Centre for Reproductive Medicine hanno dichiarato che la decisione di congelare i restanti embrioni fecondati era il modo più sicuro nel caso i coniugi avessero desiderato un secondo figlio.
Il dottor Valentine Akande, direttore della clinicha, sostiene che “molto spesso si raccomanda di conservare gli embrioni in surplus così che possano essere usati in un secondo momento”.
“Purtroppo questa possibilità non è data per tutti, né di avere embrioni in surplus né di vederli sopravvivere una volta scongelati”.

I coniugi Blake hanno dato vita a due gemelli, concependoli nello stesso momento, ma partorendoli a 5 anni di distanzaultima modifica: 2012-01-06T22:27:20+01:00da ellia1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento