Siria, strage a Hula: 108 morti e 300 feriti Onu,la Russia blocca risoluzione di condanna

notizie estero, news, bambini, massacro, hula damasco, brutale tragedia, truppe governative, uccisi, diritti umani, esodo di massa da hula, massacro di hula, cessazione delle violenzeIl Consiglio di Sicurezza dell’Onu è riunito al Palazzo di Vetro per esaminare la situazione in Siria dopo il massacro nella città di Hula dove sono state uccise 108 persone, tra cui decine di bambini, e 300 ferite. Ma le Nazioni Unite sono divise: la Russia ha bloccato una dichiarazione di condanna. La strage è “il vile testamento di un regime illegittimo”, è invece l’opinione della Casa Bianca che si è detta “inorridita” dalla mattanza di civili.

La Russia: “Stabilire le responsabilità del massacro”

“Dobbiamo stabilire se la responsabilità di ciò che è accaduto in Siria sia realmente delle autorità siriane o meno”, ha motivato il rappresentante russo presso l’Onu, Igor Pankin, prima dell’inizio della riunione del Consiglio di sicurezza. “Ci sono elementi consistenti per credere che la maggioranza di quanti sono stati uccisi sono stati accoltellati o uccisi con un singolo colpo ravvicinato” ha aggiunto. Elementi che secondo Mosca, il principale alleato di Damasco, escluderebbero l’azione di truppe regolari e dell’artiglieria di Assad. Per il rappresentante di Mosca a chiarire molti aspetti ancora incerti sarà il capo della missione Onu in Siria, Robert Mood.

“Circostanze massacro non ancora chiare”
Il generale Robert Mood, capo della missione Onu in Siria, dal canto suo sembra confermare le perplessità russe. In videoconferenza ha affermato che, al momento, le circostanze del massacro di Hula non sono ancora chiare.

Osservatore Onu: “Colpi a bruciapelo”
Il capo missione Onu ha anche riportato che le 108 vittime del massacro di Hula mostrano segni di colpi di “schegge” di granata e di colpi d’arma da fuoco sparati a “bruciapelo”.

Al Nasser: “Avanti con il piano Annan”
Il presidente dell’Assemblea Generale dell’Onu, Nassir Abdulaziz al Nasser, condanna nei termini più forti il massacro avvenuto a Hula, ma lancia un appello ad entrambe le parti in conflitto: andare avanti col piano Annan. In una nota diffusa al Palazzo di Vetro mentre è in corso il Consiglio di Sicurezza, al Nasser si è rivolto alle autorità siriane e alle altre parti affinché pongano fine alle violenze, rispettando gli impegni assunti col piano di pace dell’inviato speciale dell’Onu, Kofi Annan.

Nuova bozza Onu senza condanna ai militari
Intanto, al Consiglio di sicurezza circola una bozza di dichiarazione di compromesso in cui non si additerebbero più le forze armate siriane come responsabili dei bombardamenti ad Hula. La condanna del massacro sarebbe più generica come chiesto dalla Russia.

 
 
Siria, strage a Hula: 108 morti e 300 feriti Onu,la Russia blocca risoluzione di condannaultima modifica: 2012-05-27T23:02:39+02:00da ellia1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento