2 GIUGNO, CELEBRAZIONI IN FORMA RIDOTTA: “UN MINUTO PER LE VITTIME DEL SISMA”

Dopo un minuto di silenzio per onorare le vittime del sisma in Emilia, è iniziata la sfilata ai Fori Imperiali per la festa della Repubblica. Presenti in tribuna d’onore il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, il presidente del Consiglio, Mario Monti, diversi ministri e le più alte cariche istituzionali. La Parata, articolata su tre settori, è fortemente contenuta rispetto al passato. Ad un primo taglio di partecipanti deciso nell’ambito della spending review, è stata aggiunto un ulteriore ridimensionamento dopo il terremoto che ha colpito l’Emilia. Non sfileranno così sistemi d’arma, cavalli e non ci saranno i tradizionali sorvoli delle Frecce Tricolori. Al passaggio davanti alla tribuna presidenziale, le bande e le fanfare interromperanno l’esecuzione delle musiche e marceranno con il solo rullare dei tamburi. Ai piedi della tribuna presidenziale sono posizionati i gonfaloni delle regioni e delle province colpite dal sisma. Il primo settore della parata comprende i reparti rappresentativi della formazione militare, scuole ed accademie. Il secondo comprende reparti impegnati nelle missioni internazionali. Nel terzo settore ci saranno enti e corpi impegnati nelle emergenze e nella cooperazione. In particolare, chiuderà la sfilata una simbolica rappresentanza di tutte quelle componenti, militari e civili, impegnate in Emilia nelle operazioni di soccorso e assistenza alle popolazioni colpite dal terremoto.

due, giugno, festa, repubblica, terremoto, sisma,scosse,vittime,silenzio,emilia

Il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, stamattina è andato all’Altare della Patria per rendere omaggio alla tomba del Milite Ignoto. Sono così iniziate le celebrazioni per il 66/o anniversario della Repubblica. Ad attendere Napolitano al Vittoriano, tra gli altri, il presidente del Consiglio Mario Monti, i presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani ed il presidente della Corte Costituzionale, Alfonso Quaranta.

APPLAUSI PER NAPOLITANO Il presidente della Repubblica, accompagnato dal ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola e dal capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Biagio Abrate, ha deposto una corona di alloro al sacello del Milite ignoto. Napolitano, che indossava un cappellino bianco per proteggersi dal sole, è stato poi salutato dagli applausi delle persone assiepate in piazza Venezia.

SILENZIO PER I TERREMOTATI Alle 10 inizierà la sfilata militare ai Fori Imperiali, dedicata quest’anno alle vittime del sisma in Emilia. Per onorarne la memoria, la manifestazione sarà preceduta da un minuto di silenzio. La parata sarà in forma ridotta rispetto al passato: non sfileranno i sistemi d’arma, i cavalli e non ci saranno i tradizionali sorvoli delle Frecce Tricolori.  

PROTEZIONE CIVILE «Un riconoscimento particolarmente sentito va ai reparti intervenuti con la Protezione Civile in soccorso dei cittadini emiliani che un disastroso terremoto ha, in questi giorni, cos duramente e dolorosamente colpito. Con il loro impegno essi testimoniano ancora una volta la totale dedizione delle Forze Armate alla nostra Italia ed alla sua gente di cui sono nobile espressione. Quei reparti saranno oggi virtualmente al fianco delle unità che sfileranno in Roma». È quanto sottolinea Giorgio Napolitano in occasione del 2 giugno.

GONFALONI IN TRIBUNA D’ONORE I Gonfaloni delle regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romana e delle province di Bologna, Ferrara, Mantova, Modena, Reggio Emilia e Rovigo, e rappresentata dalla comunità colpita dal sisma, si sono posizionate presso la tribuna d’onore posta in via dei Fori Imperiali, dove fra pochi minuti inizierà la sfilata per la festa della Repubblica, alla presenza del capo dello Stato, Giorgio Napolitano.

REGGIMENTO SAN MARCO, APPLAUSO PER I MARÒ Applauso per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò fermati dalle autorità indiane, durante la sfilata ai Fori Imperiali per la festa del 2 Giugno. Mentre i militari del Reggimento San Marco della Marina Militare passavano sotto la tribuna, lo speaker ha citato i due marò e dalle tribune è scattato un applauso.

2 GIUGNO, CELEBRAZIONI IN FORMA RIDOTTA: “UN MINUTO PER LE VITTIME DEL SISMA”ultima modifica: 2012-06-02T12:30:39+02:00da ellia1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento