TERREMOTO, NELLA NOTTE NUOVA SCOSSA 3.5. LA PROCURA: “MOLTI INDAGATI PER I CROLLI”

Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione nelle province di Modena e Mantova. Lo rende noto la Protezione Civile in una nota. Le località prossime all’epicentro sono Concordia sulla Secchia e Novi di Modena (Mo) e Moglia (Mn). Il sisma è stato registrato all’01.07 con una magnitudo di 3.5. Sono in corso le verifiche da parte della Sala situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile.

20120531_terremoto-emilia-macerie.jpg

EQUITALIA SOSPENDE LE RISCOSSIONI «Equitalia, in attesa di provvedimenti normativi ad hoc che stabiliscano quali siano i comuni interessati dallo stato di emergenza, ha provveduto in via autonoma a sospendere ogni attività di riscossione nelle zone colpite dal terremoto. In particolare – si legge in un comunicato – l’attività è sospesa in tutti i comuni delle province di bologna (ad eccezione del comune di bologna), ferrara, reggio emilia, modena, mantova e rovigo. Sono sospese – spiega equitalia – la riscossione delle somme iscritte a ruolo, tutte le attività esecutive e cautelari, nonchè quelle di notifica delle cartelle di pagamento e degli altri atti di riscossione». 

GLI INDAGATI. Il procuratore di Modena Zincani ha reso noto che «saranno molti gli indagati per i morti nei crolli dei capannoni» durante il terremoto, precisando che gli avvisi di garanzia saranno atti dovuti per consentire a «tutte le persone eventualmente coinvolte negli accertamenti, di partecipare, come loro diritto, all’indagine». 

SCOSSA ANCHE NEL MANTOVANO, NUOVI DANNI La scossa di terremoto delle 14.22 di oggi ha provocato altri danni nei Comuni del Basso Mantovano. A Suzzara si è aggravata la situazione del campanile della chiesa parrocchiale dell’Immacolata, la cui cupola già con la scossa di ieri si era spostata di dieci centimetri. Il campanile, alto 40 metri, è a rischio crollo e viene tenuto costantemente monitorato. Gravi danni anche alla Torre civica che presenta vaste crepe su tutti i lati..

23 SCOSSE NELLA NOTTE Sono state 23 le scosse di terremoto registrate nella notte nella zona dell’Emilia colpita dal violento sciame sismico che ha causato dal 20 maggio 17 morti, 350 feriti e 15.000 sfollati. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), delle scosse avvenute dalla mezzanotte alle 5:20 di oggi tra Emilia e Lombardia, la più forte è stata a 00:42 con magnitudo 2.9 ed epicentro in prossimità dei comuni modenesi di Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola e San Felice sul Panaro.

TERREMOTO, NELLA NOTTE NUOVA SCOSSA 3.5. LA PROCURA: “MOLTI INDAGATI PER I CROLLI”ultima modifica: 2012-06-02T09:38:00+02:00da ellia1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento